Chi dovrebbe pulire le aule dopo il ballottaggio?

“Lasciate la scuola pulita, così come l’avete trovata”. Questo è l’appello lanciato ai presidenti di seggio e agli scrutatori, dal dirigente scolastico della istituto San Francesco, Giovanna Palazzolo. “Fatelo per i nostri ragazzi che devono affrontare gli esami e hanno diritto di stare in un ambiente pulito”, ha aggiunto il dirigente, riferendosi al ballottaggio che si terrà nei giorni di domenica e lunedì prossimo. L’invito è rivolto ai componenti del seggio, ma vale anche per i cittadini che vanno a votare, per le Forze dell’ordine e per i rappresentanti di lista che sono soliti consumare bevande e alimenti durante la permanenza nelle scuole, utilizzate come sezioni di voto. É vero che solitamente dopo le operazioni di spoglio, i presidenti abbiano la fretta di lasciare i seggi per recarsi al Comune a consegnare il materiale con la documentazione utilizzata durante le operazioni di voto, ma anche il Comune dovrebbe provvedere a risistemare le varie aule. Del resto i componenti del seggio guadagnano una misera somma per tante ore di lavoro, le pulizie non fanno parte del compito nè degli scrutatori, nè del presidente di seggio. Bisogna avere solo l’accortezza di non sporcare. E questo vale per tutti quanti