“Chiara, quadretti di vita mistica”: seconda pubblicazione in un anno per il regista Giovanni Virgadaula

Seconda pubblicazione quest’anno per il regista Giovanni Virgadaula.

Si intitola “Chiara, quadretti di vita mistica” il testo teatrale in due atti, edito Maurizio Vetri, sulla figura di Chiara d’Assisi. Un libro rimasto chiuso nel cassetto per più di vent’anni, che ha finalmente visto la sua pubblicazione, con la prefazione di padre Giovanni Salonia e le note introduttive di suor Giovanna Mandelli, scomparsa di recente.

L’opera, caratterizzata da uno stile ricercato, è incentrata sull’umiltà di Chiara che, come si legge nella prefazione, “non è soltanto una riproduzione di Francesco. Si ha l’impressione che lei se ne sia rimasta dietro le quinte, per umiltà. Ma anche gli altri non hanno avuto verso di lei il doveroso riguardo. Senza tali reticenze, Chiara si troverebbe oggi fra le più grandi figure femminili della storia”.

Il testo è già stato presentato a Catania, presso la libreria San Paolo, alla presenza del regista gelese, dell’editore e del salesiano don Giuseppe Costa, già direttore della Libreria Editrice Vaticana.