Chiusa la Palermo-Catania, il capoluogo si raggiungerà in aereo

Voli low cost andata e ritorno Comiso-Palermo per far fronte ai disagi nel territorio orientale per raggiungere il capoluogo a causa del cedimento del pilone nel viadotto Himera, all’altezza di Scillato.

È questa la proposta di Francesco La Rosa, Sindaco di Niscemi, ad altri colleghi del comprensorio e della zona orientale dell’Isola invitando a sottoscrivere una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Presidente della Regione, all’assessore regionale alle infrastrutture e all’Enac del vicino aeroporto di Comiso, per chiedere l’istituzione di voli low cost andata e ritorno Comiso-Palermo. “Bene ha fatto il Governo a ricercare una soluzione che coinvolga gli aeroporti di Catania e di Palermo con degli air-bus che garantiscano un collegamento celere tra le due città – ha affermato Francesco La Rosa – è opportuno chiedere con forza nella stessa direzione che venga profuso un ulteriore impegno politico al fine di coinvolgere anche l’aeroporto di Comiso nel contesto dello sforzo istituzionale intrapreso, volto a mitigare gli effetti devastanti che si registrano per le difficoltà a raggiungere Palermo. Un collegamento giornaliero, con prezzi low-cost – ha aggiunto La Rosa – è auspicabile anche da Comiso, in modo da dare possibilità al comprensorio di usufruire di un collegamento rapido, efficace ed economico anche sotto il profilo della tempistica. Di fatto, molte comunità hanno difficoltà oggettive nel raggiungere l’aeroporto di Catania e l’istituzionalizzazione di un volo da Comiso rappresenterebbe la soluzione migliore per raggiungere Palermo”. Il sindaco Francesco La Rosa chiede, dunque, di essere convocato unitamente ai Sindaci dei Comuni interessati in una riunione a cura dell’Assessorato alle infrastrutture per poter meglio esporre le ragioni e gli impegni che si intendono assumere in ordine agli innumerevoli disagi che si registrano per raggiungere Palermo.

Articoli correlati