CIBO E CERVELLO: MANGIARE SANO PER AIUTARE LA NOSTRA MENTE.

Cibo e cervello sono un connubio importantissimo se vogliamo aiutare la nostra mente a rimanere lucida più a lungo. Secondo alcune ricerche internazionali, è importante mangiare cibi che contengono sostanze amiche del nostro cervello. Una ricerca ha dimostrato che l’aroma del rosmarino è utile per potenziare le funzionalità del cervello del 270%. Alcuni studenti dell’Università del Northumbria, dopo aver studiato in un’aula con l’aroma di rosmarino, sono riusciti ad ottenere risultati migliori nei test di memoria. In seguito a questo esperimento ben riuscito, molti genitori hanno acquistato oli essenziali all’aroma di rosmarino sperando di incrementare le potenzialità del cervello dei loro figli durante gli esami.

Oltre al rosmarino, molti altri cibi aiutano la nostra mente a rimanere lucida: mirtilli, gelato, pesce, succo d’arancia e spinaci.

MIRTILLI

Recenti studi universitari hanno dimostrato che il succo di mirtillo ha il potere di migliorare i livelli di memoria e di concentrazione dei bambini in età scolare. I bambini che bevono un bicchiere e mezzo di questo succo, al contrario dei loro coetanei che non assumono succo di mirtillo, raggiungono risultati migliori nei test di memoria e si distraggono meno facilmente durante i compiti. Tutto ciò grazie alle Antocianine, sostanze presenti in grandi quantità, che  rafforzano il tessuto connettivo che sostiene i vasi sanguigni, ne migliorano l’elasticità ed il tono e potenziano il cervello.

GELATO

Un curioso studio giapponese afferma che mangiare il gelato a colazione potrebbe aiutarci ad essere più brillanti. Secondo questo studio infatti, il consumo di gelato a colazione, avrebbe migliorato i livelli di attenzione e le performance mentali dei soggetti analizzati. Essi, infatti, hanno esibito tempi di reazione più veloci e migliori capacità di elaborazione delle informazioni, rispetto al gruppo di studenti che non aveva mangiato il gelato a colazione.

PESCE 

Alcuni ricercatori inglesi hanno scoperto che mangiare cibi ricchi di Omega 3, come il pesce, aumenterebbe il flusso sanguigno cerebrale, migliorando così le nostre performance mentali. I risultati di questo studio condotto su un gruppo di volontari tra i 18 e i 35 anni, hanno mostrato tempi di reazione più veloci e livelli di stanchezza inferiori dopo aver svolto un lavoro o un compito. Ciò avviene perché l’assunzione di Omega 3 aiuta prevenire il declino cognitivo e la demenza, patologie che si verificano di solito quando non si ha un buon flusso di sangue al cervello.

SUCCO D’ARANCIA

Uno studio dell’università di Reading afferma che, bere succo d’arancia ogni giorno, può aiutare a migliorare la funzionalità del nostro cervello. I ricercatori hanno chiesto a 37 adulti di assumere ogni giorno 500 ml di succo d’arancia, per 8 settimane. Alla fine del periodo di studio, è stato dimostrato un miglioramento dell’8% delle capacità cognitive di chi ha assunto il succo d’arancia. Ciò è dovuto ai Flavonoidi contenuti nel succo d’arancia, sostanze che migliorano le capacità cognitive perché stimolano l’ippocampo, la parte del cervello legata all’apprendimento e alla memoria.

SPINACI

Un altro recente studio ha dimostrato che mangiare spinaci potrebbe rendere il nostro cervello più giovane di 11 anni e prevenire le malattie neurodegenerative come la demenza. I ricercatori di un’università di Chicago hanno monitorato, ogni anno per 10 anni, l’alimentazione e le capacità cognitive di circa 950 anziani. Gli studiosi hanno scoperto che coloro che hanno mangiato almeno una volta al giorno ortaggi a foglia verde, come gli spinaci, hanno mostrato livelli inferiori di declino cognitivo, rispetto a chi non ha mangiato spinaci. Tutto questo è possibile grazie all’effetto benefico delle sostanze contenute negli spinaci, un elevato livello di vitamine e nutrienti come vitamina K, luteina, beta carotene, acido folico e folati.

Articoli correlati