Cocaina e scanner per eludere controlli. Arrestato pregiudicato gelese

Gli sono stati ritrovati 40 gramm di cocaina suddivisa in dosi, un bilancio di previsione, e materiale per il taglio dello stupefacente, inoltre era in possesso di 7500 euro, banconote di vario taglio, e 2 rilevatori, scanner, utilizzati presumibilmente per eludere le investigazioni nei suoi confronti. Per tale ragioni ieri il  personale del Commissariato P.S. di Gela ha tratto in arresto Nicosia Baldassare, gelese di anni 32, sottoposto dopo alla misura alternativa della detenzione domiciliare, in quanto sorpreso nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina. Nello specifico, durante un apposito servizio predisposto per la prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti, gli operanti decidevano di controllare il s malvivente, peraltro gravato da precedenti specifici. Nel corso della perquisizione, effettuata mediante l’ausilio dell’unita cinofila ASKO, appartenente alla Sezione Cinofili della Questura di Palermo. NICOSIA aveva all’interno dell’appartamento un pitbull, al fine di “scoraggiare” eventuali controlli ma, grazie all’abilità del cane antidroga, si riusciva a scovare nella cavità di un mobile antico tutto il materiale posto in sequestro. 

Articoli correlati