Comitato di quartiere Macchitella: nessun coinvolgimento da parte della nuova giunta. Tanti problemi irrisolti

“Una scortaggiante continuità con la precedente giunta” . Questo è quanto ha messo in evidenza il presidente del comitato di quartiere di Macchitella Livio Rocco Aliotta, sull’operato della nuova amministrazione a cento giorni dall’insediamento. Il comitato si riferisce in particolare all’avvio “dei controlli su tutte le recinzioni private delle aree verdi del quartiere”, riguardante un intervento del Comune di Gela finalizzato a sanzionare i residenti del quartiere che hanno delimitato e curato le aree verdi comuni. “Il Sindaco – comunica Alitotta –  riprendendo una sua vecchia proposta inoltrata quando era Presidente del Comitato di Quartiere, non ha preventivamente reso partecipe l’attuale comitato. Tale proposta tende a delegittimare questo organismo ristabilendo così le stesse regole della precedente amministrazione”. Il comitato reclama la  partecipazione attiva che era “stata promessa in campagna elettorale, e che lo stesso sindaco reclamava quando svolgeva la carica di Presidente del Comitato di Quartiere Macchitella.”. Il Comitato rivela problemi e pericoli del quartiere Macchitella (persone azzannate dai randagi, strade che con la pioggia diventano fiumi per l’assenza di manutenzione delle caditoie, la non rimozione delle palme colpite dal punteruolo e il mancato intervento sugli immobili abbandonati in Viale Mazara del Vallo, etc, etc ..), mentre l’amministrazione, scrive il Comitato,  “si preoccupa delle recinzioni realizzate sulle aree verdi, che altrimenti sarebbero oggetto di degrado, mantenute decorosamente dai privati”. 
 Il Comitato chiede di essere preso in considerzione. ” Se fosse stato previamente consultato – comunica –  avrebbe potuto programmare insieme all’amministrazione una lista prioritaria degli interventi ritenuti necessari”