Comitato porto del Golfo: sosteniamo la decisione dell’amministrazione sul porto isola, da non confondere con il porto rifugio

Il comitato porto del Golfo di Gela, considera strategico lo sviluppo del porto industriale (porto isola), e fa un plauso all’amministrazione comunale guidata dal Sindaco  Messinese e a tutte le forze politiche che hanno votato l’atto di indirizzo finalizzato all’inserimento di Gela nel sistema di autorità portuali, che ha destato molte discussioni negli ultimi giorni. 
Il comitato che si è sempre battuto per lo sviluppo portuale della città di Gela,  ritiene che tutte le iniziative portate avanti dalla amministrazione comunale e dal consiglio comunale siano meritevoli di sostegno, in quanto lo sviluppo delle attività economiche fronte mare rappresenta una risorsa importante per l’economia della nostra città.
“Ci sembra opportuno – afferma il comitato –  fare una distinzione tra il porto turistico (porto rifugio) ed il porto industriale (porto isola). Il progetto del Porto rifugio di Gela risulta essere in via di ultimazione, grazie all’impegno costante del gruppo di lavoro costituito in seno al comune di Gela. Tale progetto prevede il dragaggio dell’intero specchio d’acqua portuale a 5 metri, nonché l’allungamento del braccio di ponente al fine di evitare futuri insabbiamenti. Tali interventi renderanno  il porto rifugio funzionale alle esigenze dei diportisti, dei pescatori e degli operatori portuali. Consideriamo fondamentale -continua il comitato – restituire  un porto funzionale alla città, anche in considerazione del fatto che il Gruppo di lavoro stia elaborando altre iniziative progettuali per dare servizi agli utenti del mare, nonché stia  lavorando al ripristino della tratta Gela-Malta ed al rientro dei diportisti, i quali vista la i agibilità della struttura portuale si sono trasferiti in altri siti.” Il comitato condivide appieno  le proposte relative alla riqualificazione della portualita fortemente sostenute dall’on.le Giuseppe Arancio, dal segretario e dal capo gruppo Pd Peppe DiCristina  ed Enzo Cirignotta .