Lo sfratto da via Pandino. Comitato Macchitella: puniti per le nostre denunce

Lo sfratto da via Pandino emesso dal sindaco Domenico Messinese, sembra una rappresaglia per le diverse denunce fatte per il degrato del quartiere.

Questo quanto sottolineato dai presidenti del Comitato di Quartiere Macchitella, dei Pionieri Eni, dell’Associazione “Il Pungolo” e della “Croce del Soccorso” che esprimono sdegno per il recente provvedimento.

“È vergognoso che un ex presidente di Quartiere oltraggi ed ostacoli le attività dei comitati di quartiere privando gli stessi di locali e ignorando volontariamente le numerose richieste.” Hanno detto i presidenti.

Il provvedimento “punitivo” del sindaco non ha quindi neppure risparmiato
associazioni che si occupano di disabilità ed i pionieri associazione storica del quartiere ed unico punto di riferimento per tutti gli ex dipendenti residenti a Macchitella.

I presidenti non sono nemmeno d’accordo con l’espletamento delle procedure di sterilizzazione dei randagi e preannunciano clamorose manifestazioni nel caso in cui il provvedimento di sfratto non dovesse essere revocato.

Articoli correlati