Consiglieri di centro sinistra: Commissioni indispensabili. “Il Presidente Ascia ha violato il regolamento comunale”

Una richesta al presidente Alessandra Ascia di convocazione del Consiglio straordinario che avrà per oggetto le “Istituzioni delle Commissioni Consiliari” è stata avviata dai consiglieri Romina Morselli, Giuseppe Ventura, Antonino Biundo, Anna Comandatore, Salvatore Farruggia, Giovanni Panebianco, Cristian Malluzzo, Carmelo Casano. Il riferimento è al 29 ottobre quando il presidente Alessandra Ascia senza “procedere alla elezione dei rispettivi componenti, ha deciso di ritirare il punto “istituzioni commissioni consiliari permanenti”, dall’ordine del giorno. I consiglieri sottolineano l’indispensabilità delle Commisiioni, in “quanto strumenti ausiliari di studio di indagine funzionali alle attività del Consiglio comunale”. Gli stessi consiglieri  hanno presentato un’altra lettera con cui richiedono al presidente  un parere sulla seguente violazione del’art. 8 e 30 del regolamento del Consiglio comunale. In poche parole  sempre in data 29 ottobre,  durante il consiglio comunale che aveva per oggetto l’istituzione delle Commissioni, il presidente ha dichiarato aperta la discussione comunicando di non aver predisposto alcuna bozza di composizione da sottoporre alla discussione e alla votazione dei consiglieri presenti. Da lì sono spuntate due bozze, quella presentata dal consigliere  Giovanni Panebianco, che il presidente ha acquisito, e quella del consigliere Scerra. Anche quest’ultima acquisita dal presidente. Da qui, a seguito dell’intervento di Cirignotta, la Ascia ha ritirato il punto all’ordine del gionro, impedendone la votazione. In poche parole quella delle commissioni consiliari è una partita tutt’altro che chiusa. Quella più ambita è la commissione urbanistica, dove nessuno vuole rinunciare alla propria rappresentanza. Tra l’altro i consiglieri al di fuori centro sinistra temono che la commissione dell’Urbanistica sia blindata proprio in chiave democratica. La bozza presentata da Pianebianco prevede che all’urbanistica vadano i seguenti consiglieri: Cristian Malluzzo (Gela Città), Carmelo Orlando (Pd), Antonino Biundo (Pd), Simone Morgana (M5S), Salvatore Gallo (Pd). Il consigliere Salvatore Scerra nella sua bozza ha previsto che all’Urbanistica vadano questi consiglieri: Salvatore Gallo (Pd), Vincenzo Cascino (Un’Altra Gela), Guido Siragusa (Polo Civico), Giuseppe Ventura (Pd), Vincenzo Giudice (M5S). 
 

Articoli correlati