Pochi consiglieri e tanti dubbi: stasera seconda convocazione del Piano delle alienazioni

È stato rinviato a stasera il consiglio comunale riguardante il Piano delle alienazioni. Ieri il sindaco Domenico Messinese si è ritrovato nuovamente da solo nonostante,  dopo l’azzeramento della giunta,  stia cercando di avvicinarsi sempre più ai consiglieri.

Solo 13 i consiglieri presenti al momento del voto. Lo stop al Piano delle alienazioni nasce dalla perplessità di numeri che non combaciano e gestione di immobili che non convince il consiglio. Ciò che viene contestato è l’imparzialità della gestione. “Non sappiamo chi copra le spese delle utenze e dei servizi delle strutture comunali gestite dai privati”. Ha detto Vincenzo Cirignotta.

Anche la lista dei beni da vendere risulta incompleta per il capogruppo di Articolo 1 Carmelo Casano. Altra questione riguarda il belvedere di Piazza Mattei, che l’ex assessore Salintro voleva ridare alla città. L’area è ancora in stato di abbandono, a causa della contesa giudiziara con l’ex gestoredella stazione di servizio. E ancora gli alloggi popolare destinati a passare alle famiglie che già vivono in quelle case.

I dubbi sono tanti. Stasera la seconda convocazione.