Consiglio comunale: cade per la seconda volta il numero legale

Nulla di fatto anche stasera per il consiglio comunale, interrotto per decadenza del numero legale, ancora prima di discutere del debito fuori bilancio di 130 mila euro, derivato da un esproprio. A determinare tale situazione é stata anche questa volta la protesta da parte degli operai dell’indotto, quelli che a fine mese avranno la scadenza degli ammortizzatori sociali e che non vedono prospettive per il loro futuro né per quello delle loro aziende. Intanto l’assise civica prima di sciogliere le righe, aveva detto sì alla rivalutazione degli oneri di urbanizzazione e a quella degli oneri di costruzione 

Articoli correlati