“Contributi allegri” alle associazioni: Ragona presenta esposto alla Procura contro il Comune di Gela

Un esposto alla Procura regionale della Corte dei Conti di Palermo è stata presentata da Crocifisso Ragona, presidente e direttore artistico dell’Associazione Amici della Musica G. Navarra di Gela per il metodo “allegro” di concessione dei contributi ad associazioni di Gela, da parte del Comune, e in violazione del bando stesso.

Ciò che contesta Ragona è il contributo di appena 1000 euro dato alla sua associazione a fronte di una complessa attività culturale espletata in città e consistente in ben 8 concerti di musica lirica e classica svolti durante l’Estate gelese 2017 nei locali del piano terra dell’ex Monastero delle Benedettine, e numerosi concerti facenti parte della 82esima e 83esima Stagione Concertistica organizzati al Palazzo Pignatelli.

Ad altre associazioni con attività occasionali sono andati contributi più consistenti, in virtù “del criterio dello intuitus persanae”. Ha detto Ragona.
Per non parlare del fatto che la maggior parte delle associazioni beneficiarie dei contributi di importo più elevato risulta priva di requisiti previsti dall’avviso pubblivo e in particolare l’assicurazione contro infortunui a persone o danni a cose, di vui viene fatta menzione nell’avviso e di cui l’ associazione Amici della Musica G. Navarra è in regolare possesso. Ha aggiunto Ragona.
Il presidente chiede chiarimenti in merito all’ingiusta procedura adottata in merito alla discutibile ripartizione delle risorse economiche impegnate ed assegnate sotto forma di contributi.

Chiede inoltre di perseguire penalmente gli amministratori delle relative delibere per Colpa Grave condannandoli in considerazione alla violazione dei principi di efficienza, efficacia ed economicità alle misure ritenute più opportune, se siano state perpetrate delle irregolarità amministrative-contabili con conseguente danno erariale per la collettività gelese.

L’esposto è stato presentato anche alla Procura alla Repubblica di Gela.