Controlli e premi a chi differenzia. Il M5S interviene sui rifiuti che continuano a sporcare Gela

I consiglieri del Movimento Cinque Stelle intervengono ancora una volta sulla questione rifiuti a Gela, di come la raccolta differenziata stia facendo lievitare i debiti fuori bilancio, con una città sempre sporca e cittadini vessati dalla Tari, anche quelli virtuosi che pagano anche per chi continua a gettare rifiuti per le strade.

Ammirazione è stata espressa per l’iniziativa di alcuni residenti di Manfria, che hanno deciso di sostituirsi alle istituzioni per mettere in atto un capillare controllo del territorio e stanare chi non vuole un futuro per la propria città.

“Ormai la vicenda rifiuti in città è nota ai più, sappiamo bene quanti merito vada alle associazioni che continuano a rappresentare la parte buona della città, e che probabilmente non dovrebbero essere costretti ad esporsi contro altri concittadini, ma che l’assenza delle istituzioni preposte al controllo non lascia loro altra alternativa. “ Hanno detto i consiglieri Cinque Stelle.

“Come Movimento 5 Stelle, abbiamo da sempre accusato l’amministrazione di non dare il buon esempio, di non aver fatto mai nulla rispetto alle discariche a cielo aperto presenti lungo tutto il perimetro della città”

“ Abbiamo chiesto di programmare un reale contrasto all’inciviltà di una minoranza di cittadini che trovano normale sporcare in casa loro, ed il contrasto non passa solo dalle sanzioni ai cittadini (intervento più facile fino ad un anno fa, meno spendile adesso alle porte della sfiducia, fase in cui serve trovare i consensi e non perderli), quanto piuttosto da un capillare controllo del territorio, strumento peraltro utile non solo per stanare i furbetti dei rifiuti ma anche per una maggior sicurezza, ma soprattutto dalla creazione di un fondo di premialità per i cittadini virtuosi a danno di coloro che continuano a vivere sulle spalle dei cittadini che rispettano le leggi ed i regolamenti di una comunità.” hanno chiesto i consiglieri Cinque Stelle.