Controlli sul territorio gelese: un arresto e due denunce

Un arresto  e due denunce: questo è il risultato dell’attività di controllo del territorio, svolta dai Carabinieri di Gela, in questa settimana. L’arresto è scattato stamani nei confronti del gelese Giuseppe Grasso, di 51 anni. L’ordine di carcerazione è stato emesso dalla Procura di Enna, per reati di concorso in falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale e falsità ideologica commessa dal privato. Grasso dovrà scontare la pena di 2 anni e 20 giorni, presso la casa circondariale di Gela. Denuncia nei confronti di I.C.D.  per i reati di guida senza patente, violazione colposa dei doveri attinenti alla custodia di cose sottoposte a sequestro, uso di targa falsa. L’arrestato è stato colto dai Carabinieri alla guida del ciclomotore sottoposto a sequestro con la patente revocata,  utilizzando inoltre  una targa artefatta con i numeri limati così da dissimulare la vera intestazione del veicolo e sfuggire ai controlli di polizia. I.C.D. negli ultimi due anni è stato deferito per guida senza patente oltre 5 volte.
Nel pomeriggio di ieri, è stato segnalato un minorenne quale assuntore di stupefacenti. Il giovane è stato sorpreso nelle vicinanze di via Palazzi, n possesso di 1,3 grammi di hashish. Lo stupefacente è stato sequestrato e sarà trasmesso al laboratorio di Sanità pubblica per le analisi del caso. Quest’ultima denuncia è avvenuta nel corso di controlli operati con la collaborazione della Compagnia Intervento Operativo del Battaglione “Sicilia” di Palermo.