Correggere il piano di viabilità del centro storico di Gela. Intervengono i consiglieri del Pd

 

Una serie di correttivi al piano di viabilità, avviata dalla giunta messinese nel centro storico di Gela, è stata proposta dal gruppo consiliare del Pd di Gela.

 

L’attenzione dei consiglieri si è focalizzata sugli  stalli di sosta relativi al noleggio con conducente ed al transito dei disabili nella ZTL, oltre che sulla probabile sosta a pagamento nel lungomare Federico II di Svevia. 

 

Gli “Stalli di sosta relativi al noleggio con conducente  attualmente previsti nel Corso Vittorio Emanuele all’altezza della Chiesa Madre, nel piano dell’Amministrazione Comunale vengono cancellati per essere spostati nel piazzale antistante la Stazione Ferroviaria.

 

A nostro avviso, tali stalli di sosta dovrebbero essere individuati sempre in prossimità del centro storico (esempio Piazza San Francesco, Piazza Salandra), prevedendone altri, così come avviene in tutte le altre città, davanti l’Ospedale Vittorio Emanuele e la Casa di Cura Santa Barbara”. Hanno scritto al primo cittadino i consiglieri del Pd. 

 

Disaccordo è stato espresso per il divieto di transito disabili con pass nella ZTL,  “fermo restando che una seria verifica dei pass rilasciati va effettuata senza indugio”.

 

Il gruppo consiliare del Pd interviene anche sulla sosta a pagamento stagionale sul litorale di Gela proposta della Blue Line Service srl. 

 

“Tale proposta esaminata e valutata senza prima passare da un’attività di concertazione con tutti i titolari di attività commerciali del Lungomare e con il Consiglio Comunale (principio della democrazia partecipata), tenendo in considerazione il fatto che tale proposta di estensione del servizio di sosta a pagamento potrebbe comportare un calo dell’affluenza  di bagnanti con conseguente danno economico per le attività che insistono sul Lungomare di Gela”.