Cresce la disoccupazione giovanile, Federconsumatori Sicilia: “Più attenzione del Governo per il sud Italia”

La disoccupazione giovanile in Sicilia cresce del 2%. A fornire l’ennesimo dato drammatico dell’isola è Federconsumatori, sulla base degli ultimi dati diffusi dall’Istat. Una situazione che richiede una “terapia” per far ripartire l’economia. A esprimere preoccupazione per questi numeri sono stati Rosario Trefiletti, Presidente nazionale Federconsumatori, Elio Lannutti, Presidente di Adusbef e Alfio La Rosa, Presidente Federconsumatori Sicilia, che ha condiviso l’appello per un Piano Straordinario per il Lavoro.

“Questa – ha commentato La Rosa – è ormai l’unica via per alzare i redditi dei cittadini e far tornare a livelli accettabili il potere d’acquisto e, di conseguenza, far ripartire i consumi e, quindi, anche il lavoro. Con settembre alle porte – ha continuato il presidente di Federconsumatori Sicilia – e con tutte le spese che si porta dietro, rabbrividisco al solo pensiero di come il siciliano medio potrà affrontare l’autunno”.

Per queste ragioni, Federconsumatori è tornata a chiedere, oltre al Piano Straordinario per il Lavoro, anche una maggiore attenzione da parte del Governo nei confronti del sud Italia.