Crisi economica a Gela: collaborazione tra Chiesa, sindacati e amministrazione

 Un incontro voluto dal vescovo di Piazza Armerina monsignor Rosario Gisana, e dal vicario foraneo padre Michele Mattina,  per trovare una soluzione alla crisi economica che sta attraversando Gela, e che ha coinvolto  ieri sera l’amministrazione comunale, i segretari confederali di Cgil, Cisl, Uil, Ugled una delegazione di cittadini e di lavoratori dell’indotto. 

Il confronto é durato alcune ore. Nel corso dell’importante momento di riflessione, il vescovo, nell’apprezzare il lavoro fino ad oggi svolto dall’amministrazione e dal sindacato dei lavoratori, ha invitato tutta la classe dirigente della città, specie quella con ampio potere esecutivo, ad avere unità di metodo e di obiettivo. 

Monsignor Gisana ha fatto inoltre proprio l’invito alla sobrietà delle azionilanciato dalle organizzazioni sindacali e dal capo dell’amministrazione comunale Domenico Messinese, a pezzi della politica che devono partecipare attivamente a garantire la dignità del cittadino-lavoratore, evitando ogni forma di speculazione del bisogno. 

Tutti sono stati concordi nel pensare a chi vive di cassa integrazione e precarietà e, con un nuovo impulso, alle tante donne ed ai tanti uomini disoccupati.

Articoli correlati