Crocetta: dopo aver votato ho fatto il bagno nel mare cristallino di Gela

Dopo il tanto discusso (e atteso per certuni) referendum “sulle trivelle” il presidente della Regione, nonchè gelese, Rosario Crocetta ha rilasciato all’Adnkronos delle dichirazioni chiarissime in merito alla vicenda: “Sono andato a votare e ho votato No, poi mi sono recato al mare a fare il bagno tra le acque limpide e cristalline di Gela che si è nettamente schierata a favore di Renzi come tutta la regione Sicilia. A Gela inoltre s’è registrata la più bassa affluenza regionale segno che la città si è nettamente schierata con il primo ministro Renzi. Mentre facevo il bagno riflettevo sul fatto che ad inquinare il mare non sono state le trivelle, bensì la raffineria.” 

Il presidente della Regione prende posizione dopo l’esito del referendum guardando anche ai possibili scenari che si sarebbero potuti creare qualora avesse vinto il Sì: “Sarebbe sicuramente stato un rischio per le ricerche sul gas, fonti che possono contribuire alla salvaguardia del pianeta. Adesso è necessario muoversi celermente sulle riconversioni perchè tutti sappiamo che l’inquinamento in Sicilia era dovuto alla raffinazione.”