Crocetta: i cittadini hanno votato per “Gela provincia”. Il presidente ribadisce il suo No al passaggio a Catania

“Gela non ha bisogno di venditori di fumo ma di realizzare un sogno”. Lo aveva detto il governatore Rosario Crocetta due mesi fa a pochi giorni dall’approdo della Legge regionale sui Liberi Consorzi all’ARS, bocciando il passaggio di Gela  alla Città metropolitana di Catania e rilanciando il Libero Consorzio con Gela capofila. Stamami,lo ha ribadito  durante l’inaugurazione della biblioteca del Liceo Classico Eschilo, e proprio a pochi giorni dalla bocciatura del Ddl di passaggio a Catania. “In tre mesi si riuscirà a fare il libero consorzio con Gela capofila”, ha ribadito il presidente. E tutto ciò in contrasto con la volontà del popolo gelese che ha votato a favore del passaggo a Catania, ma per Crocetta quel referendum confermativo era “Gela provincia”, e non per Gela con Catania.