Crocetta: puntare sulla “quarta rivoluzione industriale”.” Il potere lontano dal mio governo”

“La scelta di Baldo Gucciardi come assessore alla Salute, è una scelta di responsabilità e stabilitá. Nessuno può interpretare tale designazione nell’ottica di apertura infinita e periodica di rimpasti di governo”. Questo è quanto affermato dal governatore della Sicilia Rosario Crocetta in merito alla nomina del capogruppo Ars del Pd Baldo Gucciardi. Il governatore ha sottolineato la necessità di accelerare il processo di riforme di cui la Sicilia puntando su una “quarta Rivoluzione industriale”. Delle riforme che  assicurino “solidarietà ai più deboli e velocizzi la macchina amministrativa”.  “Abbiamo davanti a noi – ha detto Crocetta – questioni importanti e urgenti che vanno affrontate con la celerità con la quale si sono approvate negli ultimi giorni in Parlamento leggi importanti. Si può fare, dunque. E in questo “we can” che noi lanciamo l’idea di una Sicilia che si rinnova per candidarsi a diventare una delle regioni più moderne e avanzate d’Europa, attraverso un rapporto innovato di relazioni con l’Europa stessa e con lo Stato e una grande proiezione nel Mediterraneo”. Quindi basta con i  ” rimpastoni o rimpastini poiché i governi sono efficaci se gli amministratori hanno un periodo sufficientemente lungo per portare avanti azioni di cambiamento”.
Il presidente ha sottolineato la necessità di una coalizione unita, al di fuori del potere. “Il potere non può essere iscritto nell’agenda politica del mio governo”, comunica Crocetta.  “Le forze di governo – continua Crocetta – non verranno giudicate dagli elettori per la capacitá di esprimere dissenso, ma per le risposte che tutti insieme, governo, partiti e Parlamento, riusciremo a dare ai cittadini per superare una crisi epocale dalle radici lontane, una crisi non imputabile al nostro governo, che fino ad oggi ha salvato la Sicilia da un default certo e che oggi lancia un piano serio di riforme per la crescita”.

Articoli correlati