Crocetta: “sapevo che Fasulo avrebbe perso, ma l’ho sostenuto lo stesso, mettendoci la faccia”

“Sapevo che Fasuo avrebbe perso, e così è stato, lo avevo detto a Raciti, Faraone e a Guerini”. Questo è quanto dichiarato da Rosario Crocetta ieri pomeriggio in una conferenza stampa sulla situazione politica. “Il consenso del sindaco si era sgretolato nell’ultimo quinquennio per tanti motivi, lui è una brava persona ma questo non basta, e non si è stabilito quel feeling necessario con la città”. Crocetta ha sottolineato di aver sostenuto Fasulo, pur sapendo dei risultati, e pur sapendo che non lo avrebbero fatto parlare durante i comizi “Avevo promesso di sostenere Fasulo anche mettendoci la faccia. Pur sapendo che alla prima manifestazione ci sarebbero state contestazioni. I fischi provenivano da solo 20 persone su 2000 che erano presenti in piazza. A Gela da tempo non si possono fare manifestazioni perchè c’è un gruppo organizzato che le impedisce”. Il governatore mette in evidenza come al primo turno il Pd abbia preso  6758 voti (16,36%); e il Il Megafono 4803 voti (11,63%); ” Se ci fosse stato un dissenso sulla mia persona non si sarebbe dovuto avere in una lista che si chiama Crocetta il 12% di voti”. Sul clamoroso risultato avuto da Messinese Crocetta aggiunge ” La percentuale del candidato dei grillini io l’ho presa al primo turno,  nelle due volte in cui mi sono  candidato per sindaco di Gela”. E ancora “Il premier Renzi doveva venire a Gela e non l’ha fatto e ha sbagliato”. Sul successo dei grillini anche ad Augusta. “Gela e Augusta – ha continuato il presidente-, dove abbiamo perso, sono due realtà interessate da processi di deindustrializzazione e che vanno riconvertite all’industria verde. In Sicilia è finito quel modello industriale, invece i grillini difendono le raffinerie, come ha dichiarato il deputato regionale del M5S Giancarlo Cancelleri”