Crocetta: hanno voluto uccidermi e si sono suicidati

Hanno voluto uccidermi e si sono suicidati”. In questo modo l’ex governatore della Sicilia Rosario Crocetta risponde agli attacchi del sottosegretario alla Salute Davide Faraone e del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, secondo i quali la sconfitta del candidato del centrosinistra Micari alle elezioni sarebbe da addebitare al mal governo della Regione negli ultimi cinque anni.

“Ci è voluto coraggio a costruire in modo così maldestro una candidatura civica – ha detto Crocetta all’Agi -, a farmi chiedere da Renzi di ritirarmi dalla competizione, io che avevo un sondaggio in base al quale da solo avrei preso il 24%, senza partiti e candidati. Sarei stato il candidato presidente più forte e si sapeva”. Secondo Crocetta i responsabili di questo disastro sarebbero invece Orlando e Faraone: “Hanno orchestrato questa operazione per estromettermi, ma hanno ucciso il centrosinistra. Hanno raggirato Renzi e dovrebbero ora chiedere scusa a lui, al centrosinistra e alla Sicilia”.
Intanto Leoluca Orlando chiede al prossimo governatore siciliano di liberare la nostra regione dalla palude e dagli inciuci.
“Per questo spero che il suo primo impegno sia la proposta di modificare il regolamento dell’Assemblea Regionale Siciliana per eliminare il voto segreto, che in questi anni è stato lo strumento per accordi sottobanco che hanno coinvolto diverse forze politiche per approvare leggi antidemocratiche, liberticide, ad personam o contra personam, spesso sanzionate da rilievi di incostituzionalità.# Ha detto il sindaco di Palemo