Da Gela la sfida all’Europa: la Sicilia Hub del Mediterraneo. Convegno nazionale a Villa Peretti

Proprio da  Gela, il polo industriale più sud dell’Europa, l’appello lanciato all’Italia  e all’Europa: La Sicilia Hub del Mediterraneo.
Questo quanto metterà in evidenza il convegno nazionale che si terrà domani 28 maggio presso l’Hotel Villa Peretti, a partire dalle ore 9:00.
L’incontro è organizzato dalla TransfrigoRoute Italia Assotir, Associazione Italiana Imprese di Trasporto. “Contro la crisi dei mercati, la concorrenza internazionale, la Sicilia sia HUB del Mediterraneo: una vera piattaforma intermodale, con strade, autostrade, ferrovie e porti e aeroporti, crocevia dei mercati dell’Europa che guardino ai paesi frontalieri e alle economie emergenti”. Tutti questi temi saranno trattati nell’Incontro dal titolo “La Sicilia Hub del Mediterraneo”. Saranno presenti il  sindaco di Gela, Domenico Messinese, il presidente regionale Assotir Salvatore Sciagura. Concluderà i lavori il sottosegretario ai Trasporti, senatrice Simona Vicari.
Due tavole rotonde, moderate dalla giornalista Monica Adorno, in cui si alterneranno addetti ai lavori e politici. Nella prima, tecnica, interverranno Patrizia Costanzo, presidente T.I. Assotir di Palermo e Trapani; Mario Cugno, certiquality (Sicurezza e qualità); Giuseppe Messina, Mediolanum (Sistema bancario per il trasporto) e Santo Figura, chirurgo, dirigente medico. Le conclusioni saranno affidate alla presidente Nazionale Transfrigoroute Italia Assotir Anna Vita Manigrasso. Nella seconda tavola rotonda, politica, interverranno Claudio Donati, segretario Nazionale T.I. Assotir; Nino D’Asero, deputato regionale, Vincenzo Vinciullo, presidente commissione bilancio all’ARS, Giovanni Pistorio assessore regionale ai trasporti, Giovanni La Via, presidente Comm. Ambiente, Sanità e Sicurezza alimentare Parlamento Europeo, Giuseppe Castiglione, sottosegretario di Stato alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Simona Vicari, sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e Trasporti. Prevista la presenza del presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta.
Un omaggio alla città di Gela, alla Sicilia del Sud Est e alla sua posizione strategica nel Mediterraneo e un momento di riflessione sull’inefficienza logistica che l’isola subisce nei trasporti via terra e via mare e di confronto con i politici ai quali verranno sollecitate risposte precise e interventi immediati.
“La Sicilia paga per i problemi nazionali e aggiunge sul piatto della bilancia – ha affermato il coordinatore Pino Bulla, vice presidente nazionale Assotir – l’inesistenza di infrastrutture che consentano almeno l’idea dell’alta velocità e, nel frattempo, il completamento delle autostrade Catania-Ragusa e Catania-Gela; un piano preciso che identifichi, potenzi e adegui i porti per le tratte commerciali; tariffe competitive e non da monopolio da e per l’Isola; intermodalità e sicurezza. La Sicilia – conclude Bulla – non è solo la parte terminale dell’Europa ma punto strategico per tutti i Paesi del Mediterraneo”.