Da taggare a Postare, sono 7 le parole che dal web sono entrate nel dizionario

Sono sette le parole che dal 2013 ad oggi dal web sono diventate di uso comune e sono poi finite nei dizionari così da essere usate anche a scuola. Una lingua quella italiana che tra prestiti, calchi e neologismi si rinnova continuamente. 

TAGGARE –  Secondo il dizionario Garzanti, riferendosi al contesto dei social network, vuol dire segnalare che in una foto o in video è presente una persona.

SELFIE – Lo Zingarelli 2015 definisce come foto scattata a sé stessi o in gruppo tramite smartphone o webcam.

TWITTARE –  Significa “cinguettare”, ma secondo l’Accademia della Crusca vuol dire comunicare con Twitter.

TWERKING –  La parola è da poco entrata a far parte delL’Oxford Dictionary. Letteralmente significa “arte di dimenarsi in modo provocatorio mentre si è piegati ad angolo retto”.

GOOGLARE – Chi non ha mai preso una parola e l’ha scritta su Google? Ecco, secondo il dizionario Garzanti la si è appena googlata, intendendo per googlare l’azione di “cercare su Internet con un motore di ricerca”.

POSTARE –  Secondo Treccani vuol dire “messaggio inviato a un gruppo di discussione in Internet. Da qui il significato del denominale postare, inviare un post in Internet”.

BANNARE – Deriva dall’inglese e tradotto vuol dire “bandire”. Secondo il Garzanti significa “togliere a un utente che non ha rispettato le regole l’autorizzazione ad accedere a una sezione di un sito, un forum o una chat”.