Dalla Sicilia a Llangollen, Davide Sciacca chitarrista internazionale.

“Pronto, parlo con Davide Sciacca? Sono il principe di Galles, il figlio di Elisabetta II. Vorrebbe partecipare all’Eisteddfod Festival di Llangollen in Galles? Dura solo cinque giorni, dal 5 al 10 luglio, il Galles è proprio bello in questa stagione”.

Me la immagino così, la chiamata  alla chitarra  di Davide Sciacca.

Davide Sciacca comincia lo studio della chitarra sotto la guida del maestro Domenico Scaminante, successivamente si perfeziona con il concertista Carlo Ambrosio. Nel 2008 consegue il diploma in Chitarra presso l’istituto musicale V. Bellini di Catania. Completa, nel 2010, gli studi conseguendo il diploma accademico di secondo livello abilitante all’insegnamento dello strumento musicale e, nel 2012, il diploma accademico di secondo livello in discipline musicali ad indirizzo interpretativo-compositivo in Chitarra. Nel 2013 consegue il Master di I livello in nuove Tecnologie applicate alla Musica presso il medesimo istituto.

Davide-Sciacca Llangollen 2bDavide-Sciacca Llangollen 3

Ha al suo attivo numerosissimi concerti come chitarrista solista, in formazioni da camera e da solista con orchestra in teatri, associazioni culturali, università e festival.

Davide ha risposto un sonoro sì alla chiamata del principe ed ha da poco concluso la sua partecipazione al prestigioso  Eisteddfod Festival di Llangollen in Galles .

Il Festival è stato patrocinato da quel principe di Galles a cui ho fatto fare, nella mia immaginazione, una chiamata di invito. Il Festival ha visto, nell’edizione conclusasi il 10 luglio, un parterre di nomi di primissimo piano. Con loro, Davide Sciacca.

Il tour del chitarrista siciliano proseguirà sia con esibizioni soliste che con il rodato Ten Strings Duo, un unione nata nel 2012 insieme alla violinista Marianatalia Ruscica anche lei siciliana.  I due batteranno l’intera Gran Bretagna, con date previste a Liverpool, nel Wirral, nello Yorkshire,  e numerose esibizioni in Scozia. In autunno un concerto in terra natia. È questa la Sicilia a cui ci piace guardare, quella intraprendente e preparata, apprezzata nel mondo. La Sicilia non è mai stata avulsa alle esperienze musicali e ci auguriamo possano essere sempre di più i musicisti in grado di esportare le sonorità siciliane nel mondo.