Danilo Sacco dedica una canzone e un pensiero a Emanuele Reila, il giovane gelese vittima di un incidente

Andava spesso a vedere il concerto dei Nomadi con i suoi genitori e la sua sorellina, Emanuele Reila, il 19enne gelese deceduto dopo 12 giorni di coma a causa di un incidente sulla Catania-Gela, mentre con altri suoi tre amici tornava da Taormina. E propria a lui, ai suoi genitori Enzo e Concetta il cantante Danilo Sacco ha rivolto un pensiero ieri durante il concerto dei Nomadi a Lanciano. “Ciao Emanuele sarai sempre nei nostri cuori. Sono convinto che si sta ascoltando da qualche parte. Ne sono sicuro. La musica è anche questo, credere, sognare, sperare. “

A Emanuele e alla sua famiglia è stato dedicato il pezzo”Ti lascio una parola Goodbye”.

Intanto ieri nella Chiesa dei Cappuccini di Gela una marea di gente ha assistito ai funerali del giovane. Palloncini bianchi e Harley Davidson, passione del padre Vincenzo,  nel piazzale della chiesa.

La messa è stata celebrata da padre Luca Bonomo. Presenti i colleghi della scuola Romagnoli, dove il padre Vincenzo lavora, i compagni di Emanuele dell’Istituto Luigi Sturzo, i colleghi del comune, dove il padre Vincenzo ha lavorato per un periodo, e i colleghi di mamma Concetta. E poi tantissimi giovani, amici, cittadini, e gli appassionati di moto, gruppo di cui fa parte Vincenzo.