Dario Fo su morte Casaleggio: perdita gigantesca per il M5S. Deputati pentastellati dell’Ars: continueremo a lottare

Questa mattina – si legge in un post sul blog di Beppe Grillo – è mancato Gianroberto Casaleggio, il cofondatore del MoVimento 5 Stelle. Ci stringiamo tutti attorno alla famiglia. Gianroberto ha lottato fino all’ultimo”. Nel post figura anche un passaggio della lettera al Corsera: “Sono un comune cittadino che con il suo lavoro e i suoi (pochi) mezzi cerca, senza alcun contributo pubblico o privato, forse illudendosi, talvolta anche sbagliando, di migliorare la società in cui vive”. Se ne è andato così a soli 61 anni Gianroberto Casaleggio, cofondatore del Movimento cinque stelle, spirato in una camera di degenza dell’istituto Scientifico Auxologico di Milano, dove era ricoverato da almeno due settimane con un nome diverso da quello reale per tutelare la privacy.Beppe Grillo ha appreso della morte di Gianroberto Casaleggio a Napoli, dove si trova per una tappa del suo tour in programma stasera al Teatro Augusteo.  I deputati del Movimento 5 stelle all’Ars si stringono attorno alla famiglia di Gianroberto Casaleggio. “Gianroberto – dicono i parlamentari – ha sempre lottato per migliorare la società, cosa che noi continueremo a fare, come prima e più di prima. Sarà il miglior modo per omaggiare la sua memoria”. Intanto No alla commemorazione e no al minuto di raccoglimento per ricordare Gianroberto Casaleggio in Aula. Lo hanno deciso di parlamentari M5s che hanno rifiutato l’offerta di Camera e Senato di ricordare il co-fondatore del Movimento nelle rispettive aule parlamentari. I 5 Stelle al momento non sembrano neppure intenzionati a chiedere una sospensione dei lavori della Camera dove si deve votare la riforma costituzionale, nonostante qualche forza politica ne abbia già dichiarato l’opportunità. Sulla morte di Casaleggio si è espresso anche Dario Fo: ” La morte di Gianroberto Casaleggio è una perdita gigantesca per il Movimento, e non so immaginare quali conseguenze possano verificarsi, ma sono certo che le persone straordinarie che ne fanno parte, specie i giovani dell’ultima generazione, saranno in grado di proseguire sulla giusta via”. Fo, di Casaleggio ricorda la “cultura” e “conoscenza straordinaria”, ma anche la “modestia”, l'”umiltà che è difficile trovare nell’ambiente della politica comune” e la “generosità nel modo di comportarsi”.
 

Articoli correlati