Debito Tekra rinviato. Raggiunto il numero legale: niente gettone di presenza per commissioni

Lo avevano proposto Salvatore Scerra, e i consiglieri della III commissione consiliare al Bilancio, all’indomani della note della corte dei Conti, che sottolineva di accertare l’utilità dei servizi fuori bilancio della raccolta differenziata,  ma l’atto relativo ai debiti di Tekra non viene ritirato. Ragiunto ieri sera il numero legale durante il consiglio comunale riunitosi  per trattare i debiti fuori bilancio, tra cui i due milioni di euro a Tekra. Debito questo rinviato fino a quando non si reggiunge l’accordo politico, anche se c’è proprio il timore che i canoni non pagati alla società di smaltimento rifiuti possano creare conseguenze sui conti del comune. Favorevole al rincio il Partito democratico, a dire di votare il debito a Tekra è stato il consigliere Giuseppe Ventura . Assenti ieri i dirigenti e i revisori dei conti. Intanto sono stati discussi altri punti: non passa il gettone di presenza, corrispondente alla metà di quello percepito dai consiglieri,  per i segretari di commissione. I debito fuori bilancio raggiungono un totale di 3 milioni e 347 mila euro. I debiti in questione erano 15. Votato uno da n debito fuori bilancio di 39.904,91.