Degrado e discarica a cielo aperto a due passi dal museo, cittadini indignati: “Ecco come accogliamo i turisti!”

Non è un fotomontaggio e non è neanche il degrado documentato in una città diversa dalla nostra. Purtroppo siamo a Gela e, ironia della sorte, anche in una zona centrale, a due passi dal museo archeologico. Descrivere a parole lo scenario che una cittadina si è trovata davanti questa mattina, accompagnato anche dai cattivi odori, viene difficile, l’immagine parla già benissimo da sé e cresce ovviamente l’indignazione.

I gelesi sono stanchi di sentir parlare di differenziata o di ricevere i complimenti per i risultati raggiunti, se poi c’è ancora chi (e sono tanti!) sporca senza alcun rispetto, buttando ovunque di tutto e permettendosi anche di agire tranquillamente, rimanendo impunito. Dove sono i controlli? Chi dovrebbe tutelare l’immagine della città, in questo modo seriamente compromessa? L’amministrazione accoglierà questo appello e provvederà a far ripulire la zona, assicurando ai cittadini, quelli onesti e civili, che rimarrà pulita?

Staremo a vedere, confidando in interventi celeri e duraturi. Ci sarebbero tantissimi polmoni verdi in questa città che, se curati come meritano, potrebbero davvero dare un tocco più sano a un territorio martoriato per anni. Cittadini, amministratori, politici, giovani, chi di voi ama realmente Gela alzi la mano…e si dia da fare!