Denominazione comunale per il grano e il pane di Gela

Dotare il grano e il pane gelese di una Denominazione Comunale. Questa é l’idea che é stata accolta dall’amministrazione comunale, durante il convegno “Gli amici di Antifemo e Entimo”, che si é svolto ieri alla pinacoteca comunale. Organizzato da Francesco Cittá, l’evento ha messo in risalto il grano gelese. 
Taglia alta, basso indice di glutine, colore particolarmente rosso che ne esprime la qualità. Queste infatti sono le caratteristiche del grano Russello, la cui coltivazione sperimentale è stata riavviata a Gela tra le contrade Burgio e Settefarine. A riscoprire questa coltura antica è stato l’agronomo Salvatore Susino, grazie ai consigli del nonno, oggi ultranovantenne, gestore di un pastificio a Gela negli anni Cinquanta. Susino. Al convegno sono intervenuti inoltre un dirigente medico del reparto di gastroenterologia dell’ospedale di Gela, la biologa nutrizionista Danila Sciagura ed il docente universitario Paolo Guarnaccia.
 Il sindaco Domenico Messinese ha espresso soddisfazione per la proposta di istituire un Consorzio di Tutela della filiera, mentre l’assessore all’Agricoltura, Simone Siciliano, ha sottolineato la valenza del progetto sotto il profilo della produzione biologica e a chilometro zero.

Articoli correlati