Denuncia per 223 persone nel nisseno: percepivano l’accompagnamento, mentre erano ricoverate

Percepivano illegittimamente indennità di accompagnamento e contemporaneamente erano ricoverati in strutture sanitarie gratuite. Questo quanto accertato dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza nissena che ha segnalato 223 soggetti.

I controlli hanno riguardato soggetti che titolari di tale indennità si trovavano ricoverati in luoghi di degenza gratuita per periodi pari o oltre 30 giorni.

La legge prevede che al verificarsi di tale presupposto l’indennità di accompagnamento deve essere sospesa per l’intero periodo di ricovero, i percettori sono obbligati al segnalare all’Inps la propria condizione ospedaliera.L’illecita condotta ha procurato un danno erariale di quasi un milione di euro e circa trecento mila euro di indebita percezione.

Le ispezioni hanno riguardato il periodo che va dal 2014 al 2016. A tali soggetti sono stati elevate sanzioni pecuniarie per oltre mezzo milione di euro.