Di Cristina: bisogna anteporre le idee alle persone da candidare per la città di Gela

Bisogna anteporre le idee alle persone. Di questo ne è convinto il segretario cittadino del Pd Giuseppe Di Cristina che seguirà il partito gelese fino alle elezioni, nonostante potrebbe essere il prossimo segretario provinciale del partito democratico.

“Di candidati alle prossime amministrative ne abbiamo tanti, sia per quanto riguarda il consiglio comunale che sindaco, ma prima bisogna stabilire che idea di Gela abbiamo e vogliamo, specie per quanto riguarda il rapporto della città con l’industria Eni, con l’agricoltura, con il turismo.  La cosa certa è quella di avere una discontinuità con la giunta messinese, anche per rispetto di coloro che hanno votato la sfiducia rinunciando al ruolo di consigliere” ha detto Di Cristina.

Stasera si terrà intanto la direzione provinciale che nominerà la commissione provinciale per il congresso. Infatti  prosegue il braccio di ferro interno al Pd siciliano che va al congresso. E comincia a delinearsi un possibile scenario di profonda spaccatura che si potrebbe materializzare per i congressi locali. La commissione regionale del congresso che fa riferimento a Faraone, ha stabilito che le consultazioni provinciali e nei circoli si svolgeranno tra il 21 e il 31 dicembre, cioè dopo le primarie del 16 per eleggere il segretario regionale. Si tratta di un calendario diverso da quello votato dalla direzione regionale, che prevedeva che prima, come di consueto, si svolgessero i congressi locali e poi quelli regionali. L’ala del partito che sostiene la candidatura di Teresa Piccione è stata critica su questa decisione, disconoscendola perché in contrasto col deliberato della direzione. 

“Una spaccatura che non fa certo bene al partito”, ha affermato il segretario cittadino Giuseppe di Cristina

Tagged with: