Di Paola: le mie competenze per la collettività. La priorità? Creare le condizioni per il lavoro

“La prima cosa che farò sarà quello di dire ai dirigenti e ai dipendenti che saranno i miei occhi e le mie braccia”. Questo è quanto affermato da Nunzio di Paola, neo assessore nella Gestione e sviluppo dei servizi urbani. Ingegnere specializzato in start up innovative e digitali, il neo assessore ha affermato che metterà a disposizione tutte le sue competenze per la collettività, anche quelle di tecnico sportivo, essendo arbitro nazionale di volley. “Il lavoro di squadra sarà il massimo in Giunta, nel Consiglio e nei vari settori”, ha detto Di Paola. Le deleghe a lui assegnate sono: Programmazione e monitoraggio opere e lavori pubblici, Edilizia scolastica, Verde pubblico, Ville, giardini e parchi comunali; Arredo e decoro urbano; Manutenzione opere edili; Manutenzione e gestione opere a rete, Impianti e servizi tecnologici. “Farò di tutto – ha detto il neo assessore –  in modo tranquillo e sicuro delle mie potenzialità di dialogo”. Di Paola ha messo in evidenza come il lavoro sia tra le priorità della città. ” Il comune non può dare lavoro e non deve entrare nei meccanismi aziendali, ma può creare quelle condizioni e politiche affinchè il lavoro si sviluppi”. Il sindaco Domenico Messinese ha già sottolineato come vi debba essere una netta separazione tra il ruolo dell’assessore e quello del dirigente, questa è la politica che seguiranno anche i suoi assessori. “L’assessore  deve dare indicazioni politiche,e deciderà quali saranno le condizioni migliori,  ma saranno i dirigenti a dover svolgere il loro lavoro”. Il neo assessore ha sottolineato come la città abbia tante problematiche , ma ha pure tante potenzialità “Partiremo da quest’ultime, per risolvere qualsiasi problematica”