Diana non avrà la spiaggia di Macchitella, ma ha ora una casa. I volontari la prelevano dal canile

Diana ha finalmente una casa. Il quattrozampe di Macchitella, prelevato dal suo territorio una settimana fa e rinchiusa nel canile di Caltanissetta, avrà ora un luogo sicuro in cui trascorrere il resto della sua vita.

Per lei si sono mossi tanti volontari animalisti di Gela, dell’associazione Proteo di Jessica Platania, Maria Pia Paruzzo di Il mondo di Pluto e Enzo Cascino, che hanno fatto di tutto per strapparla a quella vita in gabbia, che l’avrebbe portata a morte sicura.

Diana è sempre stata libera, ha sempre giocato con i bambini di Macchitella, ha amato intensamente quella spiaggia in cui faceva lunghe corse, ma qualcuno aveva deciso che non poteva più stare in quei luoghi in cui vi aveva trascorso i suoi circa nove anni. Diana era stata giudicata pericolosa da qualcuno che non ama gli animali, da qui il suo prelievo e il trasferimento in canile.

Fortunatamente la città di Gela, in cui il fenomeno randagismo è in aumento, ha anche tanti associazioni di volontariato che si occupano dei quattro zampe figli di nessuno. In tanti si sono mossi per Diana, denunciandone la sua reclusione, e cercando in tutti i modi di adottarla.  Diana adesso è a casa di Jessica Platania, animalista dal cuore grande, che ha con sè circa settanta cani meticci, randagi che sarebbero stati destinati a morte sicura se non avessero incontrato lei.

«Non posso darti le lunghe corse in spiaggia.Non posso darti le mille carezze che avevi da tutte le persone che a Macchitella ti amavano (e che ti amano ancora)…non posso darti la vera libertà,quella a cui eri abituata da sempre.Ti hanno ucciso togliendoti gli spazi verdi,i bambini con cui giocavi…la pioggia che ti bagnava il pelo e il sole che te lo asciugava,riscaldando il tuo cuore.Ti hanno tolto l’ombra di quei grandi alberi dove sonnecchiavi nei pomeriggi afosi d’estate.Posso soltanto amarti» Queste le parole di Jessica che accompagnano il post con la foto di Diana. Diana è stanca ma ormai il canile per lei sarà solo un brutto ricordo.