Dichiarazione d’indipendenza per Panebianco, il consigliere lascia l’Udc

Si è dichiarato indipendente il consigliere comunale Giovanni Panebianco, oramai ex militante nell’Udc.

“Ritengo – si legge in una nota – che sia maturo il tempo per definire un percorso di riflessione intrapreso da qualche mese all’atto della disgregazione, nella nostra isola, dell’Udc, cui ho aderito, in diversi microcosmi politici e alla scomparsa di un programma unitario. Gela e l’intero sistema Paese stanno attraversando un momento di crisi straordinaria, alla quale occorre una risposta anch’essa straordinaria da parte della politica, delle istituzioni, del mondo dell’impresa e del lavoro.

Chi fa politica oggi, dai consiglieri comunali ai deputati regionali e nazionale, ognuno per la propria parte e la propria responsabilità, ha il dovere politico di dare una risposta originale alle questioni aperte. Credo che tutti – ha continuato Panebianco – dovremmo fare un sereno esame di coscienza, spogliarci dei pregiudizi e dei personalismi e guardare alla soluzione dei problemi con spirito laico, aperto e costruttivo.

La decisione di aderire al progetto Udc è stata per me la scelta di un progetto politico in cui credevo. Purtroppo, oggi, risulta chiaro che questo ha esaurito la sua carica rinnovatrice e in quest’ottica sicuramente finirà per essere inglobato in un contenitore più ampio, abbandonando il disegno originale e perdendo quell’identità e autonomia politica in cui avevo creduto.

Beh – ha concluso il consigliere – io non credo sia questo il giusto percorso da intraprendere”.