Diciottomila euro per Graziano, la strada è ancora lunga…

“Purtroppo, la vita ha un prezzo e solo se hai i soldi puoi nutrire qualche speranza. Ma noi non molliamo, Graziano ce la farà grazie alla generosità di tutti e dopo l’operazione faremo una grande festa insieme a lui”. Con queste frasi commosse Giusy Biundo, sorella del ventiseienne malato di tumore al cervello, ha chiuso la serata organizzata al Contro Corrente che ha visto ancora una volta cantanti e musicisti locali esibirsi in una emozionante Jam Session.

Tantissimi gli artisti che hanno voluto dare il proprio contributo attraverso la musica a un gelese, divenuto ormai uno di famiglia per tutti. Non è infatti necessario conoscerlo per sentirsi vicini alla vicenda di questo giovane ragazzo che ha, sin da subito, commosso il cuore di Gela. Ad oggi la somma raccolta è di diciottomila euro, in cui si includono i duemila e cinquecentocinquantacinque euro della prima serata al Teatro “Eschilo” e i novecento euro raccolti ieri sera. Tanto è stato fatto e tanto c’è ancora da fare, non ci stancheremo mai di ripeterlo. A conti fatti, in una città numerosa come la nostra, basterebbe anche un piccolissimo contributo da parte di ciascuno di noi per donare a un ragazzo la gioia di salvarsi. Intanto, da Houston sono arrivate già le prime comunicazioni in merito ai controlli da effettuare. La solidarietà di Gela non finisce qui comunque. Nel fine settimana, infatti, anche lo sport aderirà alla raccolta fondi attraverso donazioni spontanee dei tifosi e devolvendo gli incassi degli ingressi alle partite. Inoltre, mercoledì 4 febbraio si svolgerà allo stadio “Vincenzo Presti” una partita di beneficenza tra Gela Calcio e gli Amici di Graziano, il ricavato verrà devoluto alla famiglia Biundo.