Disagi in via Crispi. I residenti: “Gela è morta!”

Disagi in via Francesco Crispi a Gela. I residenti della zona lamentano da tempo numerosi problemi divenuti oramai insostenibili.

Dalle caditoie tappate, che provocano allagamenti quando piove non permettendo all’acqua di defluire, all’assenza di segnaletica stradale per indicare gli stop e i sensi unici nelle traverse e in prossimità degli incroci, causa in passato di rischiosi incidenti. E ancora giardini pubblici sporchi, buche nel manto stradale che da tempo aspetta di essere asfaltato dopo i lavori che hanno interessato la zona, topi che circolano per strada indisturbati e assenza di spazi adibiti per i bambini e per gli anziani. Senza considerare inoltre il fatto che da mesi non circolano più mezzi di trasporto urbano che ostacolano, dunque, gli spostamenti dei residenti sprovvisti di auto proprie. Insomma, una situazione che ha gettato ormai nell’esasperazione i cittadini, stanchi dei continui reclami all’Amministrazione comunale rimasti inascoltati. “Gela è morta! – hanno affermato nervosi – politici svegliatevi!”