Discarica Timpazzo, bloccata l’emergenza rifiuti. Raggiunta intesa, ma dobbiamo differenziare

La discarica di C.da Timpazzo potrà continuare a rischio c’è vere rifiuti ancora per qualche mese, anche per un anno se inferenze amo tutti.

Questo quanto  comunicato dall’assessore all’ambiente Simone Siciliano a margine di un incontro che ha coinvolti  i sindaci dei comuni dell’ambito territoriale della provincia sud di Caltanissetta, l’assessore regionale  Pierobon e il dipartimento dell’acqua e dei Rifiuti.

Il Decreto AIA di autorizzazione della modifica dei profili di abbancamento secondo quanto concordato tra il Comune di Gela e l’Ato Ambiente CL2, è stato firmato dal Direttore Generale del dipartimento, a dimostrazione della solerzia già più volte dimostrata dell’ing.  Cocina e dal suo staff.

Particolare impegno è stato profuso dal sindaco di Niscemi e dal Sindaco di Delia, resisi immediatamente operativi nel rafforzare i solleciti che erano già pervenuti dal Commissario Liquidatore firmatario dell’Istanza di chiusura della discarica, per esaurimento della capacità di conferimento e dall’assessore all’ambiente  del Comune di Gela ing. Siciliano.

“Un’importante obiettivo che darà una boccata di ossigeno ai nostri territori, grazie alla possibilità di allungare la vita utile della discarica di qualche mese, fino ad un anno, se riusciamo a ridurre la quota di rifiuti indifferenziati prodotti giornalmente. Occorre che tutti adeguiamo i nostri comportamenti, rispettando con più attenzione il calendario di raccolta dei rifiuti differenziati vigente sul territorio. È una sfida che possiamo vincere, insieme.” Ha detto l’assessore Siciliano.