Don Giorgio: doniamo a chi è più povero. Cena di San Giuseppe in chiesa San Francesco

Tra le 29 cene che verranno allestite a Gela per San Giuseppe vi sarà anche quest’anno quella preparato dalla  Parrocchia di S. Francesco d’Assisi, retta da Don Giorgio Cilindrello. La parrocchia aprirà infatti le proprie porte alla tradizionale ricorrenza de “ A cena ‘i S. Giuseppe “ prevista per domenica 19 marzo. Don Cilindrello, come negli anni passati,  dà la possibilità a tutti coloro che, pur tra le mille difficoltà di questo momento, vogliono donare a chi ha meno di loro, a chi in questo periodo di estrema tribolazione, fatica ad arrivare a soddisfare le pur minime necessità.

 La tradizionale ricorrenza è molto sentita e molto importante per le famiglie gelesi, di origini secolari, il cui scopo è ringraziare Gesù Cristo per una grazia ricevuta, offrendo carità e cibo a gente bisognosa.

Il parroco come sua abitudine, già da tempo nelle sue prediche invita tutti i fedeli di buona volontà a offrire quanto nelle proprie disponibilità per la realizzazione della Cena, astenendosi dagli sprechi di puro carattere scenografico, ma badando più alla sostanza che potrà essere di aiuto a quelle persone povere e bisognose cui andrà quanto raccolto.

Anche quest’anno a rappresentare la Sacra Famiglia (Gesù, Giuseppe e Maria) saranno chiamati ragazzi frequentanti il catechismo, e quanto raccolto sarà poi, a cura della Caritas parrocchiale  dove queste famiglie bisognose accorrono in numero sempre maggiore, distribuito equamente.

Come da tradizione, la Cena aprirà le porte al pubblico il giorno 18 marzo alle 12:00, per permetterne la visita fino a mezzanotte. Alle 22:00 i gruppi parrocchiali animeranno una Veglia di preghiera in onore di S. Giuseppe. L’indomani 19 marzo, seppur festivo, si permetterà a gruppi o scolaresche di visitare la cena e componenti del Comitato Pro Cena si adopereranno per illustrare ai bambini le caratteristiche salienti di questa tradizionale ricorrenza, fino ad arrivare alle ore 12:00 momento in cui la Sacra Famiglia arriva davanti il portone e busserà per tre volte. Alla terza volta sarà loro spalancato il portone e si accomoderanno nella Cena allestita per soddisfarli, gustando le caratteristiche pietanze locali preparate per l’occasione.

Tutti coloro vorranno dare un contributo personale, potranno farlo presso gli Uffici Parrocchiali nei pomeriggi di questa settimana o, a partire dal 17 marzo alle ore 11:00  quando saranno allestiti gli altari, direttamente in Chiesa.