“Donare è un dovere”, per gli studenti del Majorana: 8 donazioni e 17 prelievi per Adas

Donare è un Dovere”, e lo hanno pensato anche i  25 i ragazzi dell’Istituto Ettore Majorana, presieduto  da Mirella Di Silvestre,  che questa mattina si sono recati presso il Centro di Raccolta fisso dell’Adas di Gela. In totale  8 le donazioni e 17 i prelievi.  Un bilancio positivo per l’Associazione di donatori. Un’esperienza che l’istituto tecnico per Geometri  Majorana ha ripetuto nel tempo. Infatti da 20 anni  le ultime classi e i maggiorenni compiono questo atto che il professore Vincenzo Gorgone, che ha accompagnato i ragazzi, ha definito “socialmente dovuto”. “Non abbiamo raccolto un invito – ha dichiarato il professore – in quanto donare il sangue è un dovere di tutti i ragazzi,  e i miei studenti sono figli di quella parte di «Gela giusta» di cui tutti abbiamo necessità”. Molto entusiasmo hanno mostrato i ragazzi .  Tra questi Emanuele Giglio ha deciso di donare già al compimento dei suoi 18 anni e anche questa mattina non ha fatto mancare il suo apporto. “Aiutare le persone che hanno bisogno, partecipare ai loro problemi e contribuire al miglioramento delle loro condizioni”, è il pensiero di Paolo Calabrese che ha donato per la prima volta. Tutto lo staff dell’Adas si è impegnato per raggiungere il risultato di oggi.  La responsabile del progetto, Simona Averna e il dottore Gaetano Cassarà, coadiuvati dal gruppo dei volontari, hanno impiegato tutte le loro risorse nel primo di una serie di appuntamenti che coinvolgeranno le scuole superiori presenti sul territorio.