Donatori sulla cartà di identità: 50 gelesi hanno aderito, tra cui il sindaco e il presidente Admo

Sono stati il sindaco Domenico Messinese e il presidente di Admo Gela Giacomo Giurato, i primi cittadini gelesi a inserire nel loro documento di identità la dichiarazione di volontà sulla donazione dei propri organi e tessuti.

E Gela, su 390 Comuni siciliani,  è la 47esima città il cui Ufficio Anagrafe è abilitato accoglere questa scelta.

Dopo l’adesione al progetto denominato “Una scelta in comune” dell’Associazione Donatori Midollo Osseo, adesso si entra nella fase operativa con l’interconnessione al Sistema Informativo Trapianti.

In una settimana dall’avvio del servizio, sono 50 i gelesi che hanno già espresso la dichiarazione di volontà sul proprio documento di riconoscimento si sono presentati agli sportelli.

Materiale informativo sarà diffuso in città e nelle scuole per sensibilizzare alla cultura della donazione.

Al progetto ha collaborato anche l’Aido, mentre Giuseppe Provinzano è stato il delegato del Centro Regionale Trapianti che ha formato sulla materia il personale comunale impiegato al front office.