Donne di talento, una targa alla scrittrice Silvana Grasso

Un riconoscimento speciale alla scrittrice Silvana Grasso, donna di cultura, famosa in tutto il mondo grazie alla sua scrittura. Davanti a un’aula magna gremita di studenti e studentesse le sezioni locali dei club Fidapa, Soroptimist e Inner Wheel, presiedute rispettivamente da Rita Salvo, Mariagrazia Falconeri e Maria Garofalo Greca, hanno consegnato alla loro ospite d’eccezione una targa e un mazzo di fiori, in segno di stima nei confronti della sua carriera letteraria.

Un esempio tutto al femminile, una donna vulcanica che ha incantato i ragazzi, facendoli anche sorridere con episodi grotteschi della sua vita.

Lei, “a professoressa catanise che faciva i misse nivire”, voce di popolo scaturita da un equivoco sorto attorno a delle lezioni di filologia classica con le torce e con le candele che lei stessa, al tempo insegnante di latino e greco, aveva consigliato ai suoi studenti di portare per ovviare alla mancanza di luce nel laboratorio del liceo. A essere sottolineate ancora una volta la capacità, la determinazione e la sana testardaggine che solo le donne riescono ad avere.

“Questa targa – ha detto la Grasso ai ragazzi – la dedico alle vostre mamme, a quelle donne che piangono in solitudine, ma vi accolgono sempre col sorriso, a quelle signore che fanno quadrare i conti a fine mese. A loro va questo riconoscimento”.

Ad arricchire l’incontro anche le esibizioni di alcune studentesse che sul palco dell’aula magna del liceo delle scienze umane, diretto dal preside Gioacchino Pellitteri, hanno portato il teatro e la danza.

“Non curate la vostra apparenza – ha aggiunto la scrittrice – ma badate al vostro essere, è questo quello che vi renderà grandi. Io non sono una Silvana, sono tante Silvana. In me c’è la scrittrice, la filologa, un tempo l’innamorata, ma una cosa è certa: Silvana non sopporta le maschere”.

Al centro dei suoi racconti il rapporto con una madre che la credeva ritardata e che le pungeva le mani con gli aghi grandi per la lana, la solitudine di una donna che avrebbe voglia della quotidianità di un panino con la mortadella, il disegno di una bambina che rubava i libri per soddisfare la sua sete di lettura, una femmina di vampiro che succhia il sangue alle persone che incontra e che fa rivivere nelle sue pagine.

Silvana Grasso è la dimostrazione di una mente innamorata della cultura, affamata di sapere, che è riuscita a farsi spazio in un mondo e in un tempo che erano ancora per certi versi troppo al maschile.

Una donna scrittrice che ha trovato posto nel cuore di tutti coloro che si sono sempre commossi, arrabbiati e impressionati leggendola.

Articoli correlati