Doppia vittoria per gli Amatori Gela. Dopo l’amaro delle squalifiche, il dolce dei tre punti

Due vittorie nel giro di due giorni per gli Amatori Gela. La prima a tavolino, come stabilito dai provvedimenti disciplinari presi in riferimento alla partita di domenica scorsa giocata al “Mattei” contro l’Olimpica di San Cataldo. A seguito, infatti, dell’irregolarità della posizione di un calciatore della squadra avversaria, Salvatore Caramanna, regolarmente tesserato solo dopo aver disputato la gara, il Sostituto Giudice Sportivo, l’avvocato Salvatore Amico, ha stabilito la vittoria in casa per i ragazzi di mister Comandatore. Tre a zero, dunque, per il team giallorosso che ha dovuto fare i conti anche con le assenze di Chirdo e Lo Nigro, squalificati per due gare e con l’inibizione a svolgere attività per tutto il mese di febbraio disposta ai danni dell’allenatore, costretto dunque alla panchina. Una situazione di svantaggio sicuramente che però non ha scoraggiato gli Amatori Gela in scena ieri pomeriggio contro la Pro Nissa per recuperare la partita dello scorso primo febbraio, annullata a causa del campo avversario impraticabile. Uno a zero per i gelesi che ritrovano la compattezza e la serenità duramente provate nelle ultime giornate di Campionato. Un match di sacrificio che ha visto i reparti attenti e perfetti su ogni pallone: difesa impenetrabile con Scerra, Collodoro e Claude che costringono gli avversari a tiri dalla distanza e su calci piazzati senza mai permettere penetrazioni via terra e centrocampo duro guidato dall’esperienza del ritrovato Sammartino che rastrella gli avversari e piazza, nel primo tempo, l’assist di prima per Amato che va a segno, nonostante il terreno di gioco fangoso. Tattica di contenimento nella ripresa per gli Amatori che difendono il risultato tentando la giocata in contropiede in un campo buio per metà a causa dell’assenza di illuminazione nell’angolo destro. Si giunge a conclusione con sei minuti di recupero che servono soltanto a dare conferma del risultato raggiunto. Altri tre punti, dunque, per i ragazzi di Comandatore. Il dolce e l’amaro insomma: un match conquistato sul campo con grinta e determinazione e una partita, invece, vinta a tavolino, ma penalizzata comunque dalle decisioni del Giudice Sportivo, di cui la società al momento prende atto in attesa di leggere il referto e fare quanto possibile per tutelare i tesserati. Intanto, la settimana degli Amatori non finisce qui. Domenica 22 febbraio, infatti, si disputerà in casa la partita valida per la quarta giornata di ritorno del Campionato di Terza Categoria contro Riesi 2002, al quarto posto in classifica.