Bank Draft Gela: sequestrati 700 mila euro di beni, a soggetto vicino clan Emanuello

La Guardia di Finanza di Gela ha sequestrato stamattina, ad un soggetto malavitoso vicino al clan Emanuello e coivolto nel traffico di stupefacenti, beni per 700 mila euro. Questo il risultato dell’ Operazione Bank Draft. Il soggetto colpito dal provvedimento emerge da una precedente indagine dei Finanzieri di Gela, cioè operazione Family market, nell’ambito della quale è stato stroncato un sodalizio criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti.
Grazie alle intercettazioni è  emerso che i soggetti, imparentati tra loro, e con il contributo determinante delle rispettive mogli e dei loro più stretti parenti ed affini, gestivano lo spaccio di cocaina nel comune di Gela, reperendola direttamente nel Nord Italia ma anche nelle zona del catanese e del palermitano.
Dopo la denuncia di 74 persone e l’esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 38 soggetti, i militari della Compagnia di Gela, al fine di
aggredire i patrimoni illecitamente accumulati dagli autori del reato,  hanno svolto  indagini patrimoniali volte a ricostruire la situazione patrimoniale, reddituale e finanziaria del soggetto al centro del traffico di sostanze stupefacenti e contiguo al clan Emanuello. Gli accertamenti, in forza della legge antimafia, sono stati estesi anche a tutto il nucleo familiare che negli ultimi cinque anni  ha  convissuto con i soggetti colpiti dalla misura, nonché nei confronti delle società di cui i soggetti medesimi risultano poter disporre direttamente o indirettamente. Il sequestro ha interessato anche i beni che avevano una intestazione fittizia nei confronti dei parenti più prossimi e l’acquisto degli stessi mediante l’emissione di assegni circolari (bank draft appunto) tratti dai loro conti correnti. Il bank draft è  uno strumento innovativo che permette alla Polizia Giudiziaria di sequestrare beni e conti correnti la cui legittima provenienza non venga giustificata dal titolare effettivo. Il patrimonio sottoposto a sequestro, consiste in  2 immobili; 1 terreno;  1 immobile abusivo in corso d’opera;  1 attività commerciale;  2 autovetture (di cui una BMW X5); 1 motoveicolo;  5 depositi bancari.