Due secoli di letteratura nelle installazioni e negli abiti degli studenti del Majorana

Dalle reti dei pescatori dei Malavoglia, ai gelsomini notturni pascoliani dipinti sulle stoffe,  e alle perline come gocce della pioggia dannunziana. La letteratura dell’800 e del ’900 negli abiti disegnati dagli studenti delle quinte sez. Moda del Liceo artistico E. Majorana di Gela, retto dalla dirigente Mirella Di Silvestre. Oggi, con una grande festa , si è concluso il progetto Letteratura in Arte, coordinato dalla docente di lettere Sonia Madonia. 
“Si è trattato di un progetto multidisciplinare che ha coinvolto oltre l’insegnante di lettere, anche quelle di arti pittoriche e discipline plastiche. Ma è stato anche il punto di partenza per la tesina finale”. Ha detto la prof.ssa Madonia. 
Svolto in collaborazione con la prof.ssa Rosa Barranco, Patrizia Lanzafame e Rossana Leonardi, il progetto ha rappresentato prima in pittura e scultura, e poi con bozzetti e abiti realizzati, la letteratura che dal romanticismo di Manzoni arriva all’introspezione di Pirandello. 
La manifestazione che si è tenuta stamani è stata anche l’occasione per mettere in mostra le creazioni degli studenti del Liceo artistico e i progetti che hanno partecipato a diversi concorsi. Esposti gli abiti ispirati alla Sicilia, che hanno partecipato a Modarte Pietrasanta, e che hanno fatto guadagnare agli studenti/stilisti un terzo posto nel concorso nazionale svolto nella città toscana. Presenti i lavori che hanno vinto sette premi al Politecnico di Milano, nel concorso nazionale Matemartiamo. 
Tra i progetti anche le opere scultoree realizzate dagli studenti diversamente abili, in collaborazione con l’associazione Progetto  H di Pino Valenti.
” Un progetto che nasce dalla volontà di integrare i ragazzi disersamente abili con i normodotati che hanno fatto da tutor. L’Iniziativa ha coinvolto tutti gli indirizzi. Siamo partiti dalla manipolazione dell’argilla, stimolando la capacità manipolativa, per arrivare alla pittura e cottura. Molti oggetti sono stati realizzati a quattro mani. Una manifestazione eccezionale della loro creatività”. Ha detto il referente del progetto Ivania Carletta, insegnante di sostegno, che ha seguito il progetto assieme alle professoresse katia Bosco, Patrizia Collura, e Maria Stella Celeste. 
Grande soddisfazione è stata espressa dal dirigente scolastico Mirella Di Silvestre, sia per i manufatti realizzati, ma anche per l’entusiasmo con cui gli studenti hanno partecipato ai vari progetti portati avanti nell’anno scolastico che sta volgendo al termine.
“Non posso che non essere contenta dei risultati ottenuti nelle tante iniziative che sono state realizzate in questo anno scolastico, sia per la qualità dei prodotti realizzati dagli alunni, sia per la partecipazione che essi stessi hanno mostrato. Tutto ciò grazie anche ai docenti che sono riusciti a far venire fuori le potenzialità di ognuno degli studenti”. Ha detto il dirigente. 
 

Articoli correlati

Tagged with: