ED E’ ANCORA MINESTRONE!

Visto che la primavera si fa attendere e che in questi giorni il nostro clima somiglia più a quello invernale, possiamo approfittarne per gustare un ottimo minestrone! Caldo, fumante ma già tanto primaverile perché preparato con le ultime verdure invernali e le prime dei mesi più caldi. Una miscellanea di idee e di sapori, per chi ama la semplicità.

Siamo talmente legati, tutti noi italiani, alla tradizione del “primo piatto” a base di pasta, che anche il versante delle minestre liquide ha una gamma vastissima di varianti. Oltre alla fantasia e al gusto innato per il cibo, ci è venuta incontro, nel nostro paese, la natura, così prodiga di sole ma anche di pioggia. Sole e pioggia che rendono ricco e multiforme il paniere delle verdure, degli ortaggi, dei legumi, delle erbe aromatiche, di tutto ciò che insomma è la base di uno squisito minestrone!

IL SOFFRITTO: SI O NO? Le ricette per minestre e minestroni di verdure sono tante…quante sono le persone che le cucinano, ma variano a seconda della stagione, a seconda di ciò che si trova al negozio o sui banchi del mercato, a seconda del tempo che si ha a disposizione. I nostri minestroni possono essere raggruppati in due “tipologie”: minestroni col soffritto e minestroni senza soffritto. La base di soffritto è più comune nell‘Italia centro-settentrionale: un trito di solito a base di cipolla, aglio, prezzemolo, a volte lardo o pancetta, rosolati in olio o burro. Il minestrone senza soffritto si prepara invece mettendo subito in acqua le verdure tagliate. Solitamente è condito con olio d’oliva, che viene aggiunto durante la cottura o al momento di servire.

LA PENTOLA A PRESSIONE. Con minestre e minestroni la pentola a pressione è un ottimo alleato per ridurre i tempi di cottura. Non abbiate dubbi ed usatela con tranquillità. Ricoprite le verdure a filo con acqua fredda, aggiungete sale e altri condimenti, controllate che le valvole siano pulite e chiudete. Se le verdure sono fresche e tagliate a dadini, il minestrone sarà pronto in 10-15 minuti. Se vengono usati anche i legumi secchi sono necessari circa 40 minuti. Ricordate di abbassare la fiamma quando la pentola va in pressione e di lasciare uscire tutto il vapore prima di alzare la leva del coperchio e di aprire.

IN TAVOLA CON… Qualsiasi buon minestrone, per quanto già ben condito, va presentato in tavola con formaggio grattugiato, olio extravergine di oliva e con profumato pepe in grani da macinare al momento. Ognuno condirà il proprio piatto secondo il suo gusto e le sue abitudini.

QUANDO IL TEMPO E’ TIRANNO… Non è vero che per preparare un buon minestrone è necessario un intero pomeriggio. Ecco qualche piccola strategia per risparmiare tempo: Ricorrete ai surgelati; vi sono degli ottimi minestroni surgelati pronti da mettere in pentola. In commercio si trovano anche minestroni con legumi secchi, farro e orzo. Sono già buoni così, soltanto lessati in acqua e conditi con un filo d’olio e un dado vegetale. Se preferite usare le verdure fresche, approfittate di una giornata in cui avete un po’ di tempo libero e compratene una quantità doppia rispetto al solito. Usate subito la metà per preparare il minestrone e mettete l’altra metà nel congelatore; la prossima volta il vostro minestrone sarà pronto in un batter d’occhio!

UN MINESTRONE ORIGINALE… Chi l’ha detto che mangiare minestrone è triste e deprimente? Se non sapete cosa preparare per cena, provate questa ricetta gustosa e originale!

MINESTRONE DI FAGIOLI E AVOCADO:

Ingredienti per 4 persone:

  • 6 cucchiai di olio evo;
  • 1 cipolla tritata;
  • 1 spicchio d’aglio schiacciato;
  • 1 peperoncino verde dolce tagliato a fettine;
  • 400 g di pomodori pelati;
  • ½ cucchiaino di chili in polvere;
  • 1 litro di brodo vegetale;
  • 6 cucchiaini di concentrato di pomodoro;
  • 200 g di fagioli cannellini già lessati;
  • 120 g di mais dolce in grani;
  • 1 avocado;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • sale e pepe;
  • 200 g di pasta.

 

PREPARAZIONE:

In una pentola capiente fate soffriggere la cipolla, l’aglio, il peperoncino verde, i pomodori spezzati e il chili. Dopo una decina di minuti aggiungete il brodo e tre quarti dei fagioli. Cuocete a fuoco lento per 30 minuti, poi passate o frullate il tutto. Rimettete il minestrone in una pentola, saltate e aggiungete i fagioli che avevate lasciato da parte. Sbucciate l’avocado, tagliatelo a dadini ed unitelo alla zuppa. Riportate a bollore e cuocetevi la pasta, aggiungendo contemporaneamente anche il mais ed il prezzemolo. Servite il minestrone caldo o freddo, a vostro piacimento, accompagnandolo con pepe da macinare al momento.

BUON MINESTRONE E BUON APPETITO!