Educazione alla cittadinanza: quando l’associazionismo funziona.

Che si vinca o si perda, l’importante è farlo insieme. L’esempio delle associazioni presenti sul territorio è un esempio di partecipazione attiva alla vita della comunità, partecipazione necessaria al lavoro compiuto in comune  poiché genera coscienza sociale e democratica essendo la democrazia, la partecipazione del cittadino alla vita politica e sociale in tutta la sua massima estensione e rappresentazione.

È significativo vedere come in tanti abbiano partecipato attivamente e alla Pimavera dell’arte 2017 e alla Settimana della Cultura. Tutte le associazioni presenti sul territorio promuovono e tentano di costruire una democrazia fondante e fondata come tipo di vita associata e su questa visione dovrebbero scommettere tutti coloro che, a seconda dei ruoli, sono deputati alla formazione di coscienze.

A proposito dell’ultimo appuntamento della Primavera dell’arte che ha visto come fulcro la “Fimmina nura” posta in Piazza Umberto I, a Gela, Livio Messana ci scrive: “ E’ stato dunque svelato un pezzo di storia della nostra città, dalla donazione della statua raffigurante la Dea Cerere da parte dell’On. S. Aldisio alla città, al racconto dell’Eco di Gela e la paura dei gelesi alla vista delle sue nudità” e continua “La Dea Cerere, simbolo dell’abbondanza e della fertilità per gli antichi romani rappresentava il nostro territorio, ricco e fertile e ne difendeva la sua generosità. Ad oggi la Dea ama Gela e i gelesi amano la sua rappresentività”.

Vogliamo ringraziare Livio Messana e tutti coloro che ci aiutano ad avere un occhio attento sulla nostra città, ponendosi come cittadini attivi, crediamo che solo attraverso l’esempio delle associazioni e della volontà dei singoli si possa educare senza educere.