Elezione Rsu: grandi risultati per Fp Cgil nissena

Grande soddisfazione è stata espressa dalla segreteria provinciale della FP CGIL di Caltanissetta per il grande numero di lavoratrice e lavoratori che hanno scelto di votare il sindacato durante le elezioni Rsu 2018, e che hanno affermato  la consapevolezza del valore della rivendicazione in ogni luogo di lavoro.

“La FP CGIL provinciale risulta essere il primo sindacato in 3 importanti Comuni, Gela, Riesi e Milena e registra un consolidamento della rappresenta in tutti gli altri Comuni oltre che in in tutti gli Enti pubblici cioè: Questura dove abbiamo la FP CGIL ha ottenuto 1 seggio, Servizi Minorile Giustizia 1 seggio, Corte di Appello 1 seggio, Inps 1 seggio, cefpas 1 seggio, Casa circondariale dipartimento penitenziario 1 seggio, avvocatura dello Stato 1 seggio, Iacp 2 seggi, 1 seggio Monopoli di Stato sede di Caltanissetta primo Sindacale con 9 voti su 12 e su livello regionale esprimiamo una RSU ,direzione regionale dogane 2 seggi e per la prima volta prima forza sindacale, Ragioneria dello Stato 1 seggio.” Hanno detto i segretari Giovanna Caruso, Rosanna Moncada e Felice Libiano.

“L’aver ottenuto consenso in tutti i luoghi di lavoro rende orgoglioso il gruppo dirigente che quotidianamente viene sostenuto dalla segreteria provinciale confederale della CGIL a conferma che le vertenzialità legate alla vita lavorativa dei dipendenti dei Comuni, dell’asp e degli ospedali presenti in provincia nonchè di tutti gli enti derivanti da vari Ministeri, cioè le funzioni centrali, si intrecciano con la qualità della vita dei cittadini e complessivamente la vivibilità delle città.” Hanno continuato.

La segreteria provinciale FP CGIL plaude alla conferma di 2 seggi nel comparto sanità pubblica nella massima consapevolezza delle tante scelte errate da parte del Governo Regionale e Nazionale pagate pesantemente da tutti i lavoratori.

La segreteria FP CGIL raccoglie la responsabilità affidata dall’elezione di 39 rappresentanti sindacali in tutti i luoghi di lavoro dello Stato.

“Orgogliosi e sempre più convinti di far registrare al mondo del lavoro passi avanti per l’affermazione di vecchie e nuove tutele. È, per noi, del tutto evidente che l’affermazione del sindacato confederale è un chiaro segnale alla politica che coltiva l’idea del corporativismo per indebolire la rappresentatività.” Hanno concluso.