Emergenza Occupazione, il Vicario Foraneo Mattina: “Il Vescovo Gisana si farà promotore di incontri con le Istituzioni”

Nei giorni scorsi si è riunito presso la parrocchia di S. Antonio di Gela alla presenza di S.E. il Vescovo di Piazza Armerina, don Rosario Gisana e del vicario foraneo Padre Michele Mattina, l’osservatorio Pastorale ‘Città di Gela’. Costituito in supporto al Servizio Pastorale del Vescovo, l’osservatorio, composto da fedeli laici impegnati nella comunità ecclesiale di Gela,  ha il compito di monitorare eventi e avvenimenti e in modo particolare la dimensione sociale del territorio di Gela al fine di contribuire in modo sussidiario con le Istituzioni alla rimozione delle cause che di fatto non permettono la promozione della dignità umana. Alla base dell’idea costitutiva dell’osservatorio vi è la convinta consapevolezza che nessun intervento e azione pastorale mirata può prescindere da una conoscenza ampia, continuativa, monitorata del territorio unitamente alla lettura che ne viene dal viverlo quotidianamente.  

L’Osservatorio Pastorale, che muove i suoi primi passi da qualche mese in città, esprime forte preoccupazione per l’emergenza occupazionale scoppiata a  Gela a seguito dell’attività di riconversione dell’Eni, ma nello stesso tempo vuole contribuire affinché si crei quel clima di dialogo e ascolto reciproco tra i soggetti coinvolti e si  trovino, in modo sinergico,  la soluzioni migliori e la strada più feconda per dare una speranza ai lavoratori e alle loro famiglie. L’assistenzialismo e l’uso degli ammortizzatori sociali, sostiene l’osservatorio pastorale, è senza dubbio un aiuto concreto e immediato, ma certi d’interpretare il pensiero dei lavoratori, occorre l’impegno di tutti perché si creino le condizioni per un lavoro vero e la riconversione proposta dall’Eni sia occasione per uno sviluppo sostenibile veramente sostenibile nella forma e nei contenuti. 

Per tale ragione l’osservatorio promuoverà nei prossimi giorni un incontro tra l’Amministrazione Comunale, i Sindacati e i rappresentanti della comunità ecclesiale di Gela perché si costruiscano le basi per un parlare ed un agire comune. Prossimamente l’Osservatorio Pastorale sarà impegnato anche per la creazione del primo forum sul lavoro. 

<<Il lavoro è un bene fondamentale per l’uomo, in vista della sua socializzazione, della formazione di una famiglia, dell’apporto al bene comune e alla vita di una città – afferma don Rosario Gisana – e proprio per questo, l’obiettivo dell’accesso al lavoro è sempre prioritario, anche in periodi di recessione economica o di crisi come questo. Nonostante le incertezze, le aziende non guardino solo al profitto, ma anche alla loro responsabilità sociale. La Chiesa non ha certo il compito di suggerire, dal punto di vista giuridico e politico, la configurazione concreta delle soluzioni – continua il Vescovo – ma offre a chi ne ha la responsabilità quei principi di riflessione, criteri di giudizio e orientamenti pratici che possano garantirne l’intelaiatura antropologica ed etica attorno al bene comune. Il lavoro è un bene fondamentale: determiniamo parole nuove per un agire comune nel rispetto del territorio, dei lavoratori e delle loro famiglie>>.

Articoli correlati