Emilio Missuto, passerá il capodanno a casa. Rassicurazioni dal Quirinale

Emilio Missuto, l’imprenditore gelese in sciopero della fame da 87 giorni, effettuato prima a Gela e poi a Roma, é ritornato a casa. Ieri é stato ricevuto al Quirinale  dal Prefetto Cazzella e dal dott. Caterina. All’incontro l’imprenditore ha ricevuto rassicurazione circa la riscossione del suo credito nei confronti dello stato, che ammonta a più di due milioni di euro.  L’imprenditore aveva iniziato da qualche settimana anche lo sciopero della sete, nella capitale romana, e ha perso più di 30 chili. La sua azienda Cosei srl é fallita per un debito per tasse di circa 30 mila euro, portando alla perdita del lavoro di 50 dipendenti. Anche cinque mesi fa l’imprenditore a seguito di uno sciopero della fame aveva ricevuto delle rassicurazioni, ma poi la sua situazione economica non è cambiata.